Come funziona il feromone per il suo lavoro? Feromone per le donne

Feromone per le donne

Il feromone è una sostanza chimica che viene secreta e liberata da esseri umani o animali nell'ambiente che influenza il comportamento dell'altro sesso. Esse vengono poi rilevate attraverso il naso con l'aiuto di un organo di Vomeronasal. Ha dei recettori che sono estremamente sensibili a tutti i feromoni che si protendono nell'aria. Feromoni per le donne sono stati sviluppati con successo in laboratori scientifici di fiducia per migliorare la tua attrattiva per gli uomini. Se vuoi attirare il sesso opposto e assicurarti che il maschio mostri lo stesso affetto per te, ci sono profumi ai feromoni e prodotti spray che funzionano meglio per ottenere risultati impressionanti.

Profumo di feromone per le donne

Come funziona il feromone per il suo lavoro?

Gli organi Vomeronasal sono i recettori nel naso che sono responsabili per la rilevazione dei feromoni. Una volta rilevato, viaggia attraverso il naso stimolando l'ipotalamo presente nel cervello. Questa parte del cervello produce emozioni e risposte emotive. Questi segnali suscitano una risposta sessuale interna, eccitazione o desiderio sessuale.

Le influenze di olfattivo sulla scelta del compagno umano

La regione più polimorfica del genoma è l'antigene leucocitario umano (HLA). Aiuta a codificare le proteine ​​che intercettano la risposta immunitaria umana. Bilanciare la selezione può aiutare a mantenere il polimorfismo e le deviazioni sono indicate da alcune popolazioni dalle frequenze previste dei geni. Secondo gli studi sulle preferenze olfattive, hanno sostenuto questa ipotesi suggerendo che le femmine tendono a preferire il profumo dei maschi con la variante HLA alla loro.

Ci sono implicazioni per la teoria della preferenza del compagno guidata dall'antigene delle leucociti umane, in quanto le molecole Androstenone inibiscono il sistema immunitario. In questo articolo, esamineremo i risultati dello studio che studiano la preferenza olfattiva negli esseri umani. C'è stata una proposta per il meccanismo di mantenimento del polimorfismo di entrambi i modelli patogeni e non patogeni.

Scelta del Mate all'antigene delle leucociti umane (HLA)

Sia gli studi sugli animali che sugli animali supportano la scelta discriminativa del partner sulla base dell'aplotipo del complesso di istocompatibilità (MHC) maggiore. L'aplotipo MHC più desiderabile ha dimostrato che i risultati sono inconcludenti. Le popolazioni semi libere di trapani uomo con poca migrazione hanno rilevato un forte accoppiamento disassortativo che si traduce in una correlazione negativa che è il coefficiente tra i partner. La preferenza femminile individuale e l'effetto di HLA non distruttivo dovrebbero essere presi con la stipula che dipendono dal contesto e possono variare nel tempo.

L'aplotipo più desiderabile

Alleles mostrano co-dominanza nell'HLA. Esiste un effetto che gli eterozigoti hanno la capacità di rispondere ad una vasta gamma di antigeni non auto-patogeni. Questo è perché possono legarsi e usufruire di doppio peptidi stranieri rispetto agli omozigoti. La membrana della superficie cellulare riceve frammenti cellulari patogeni dalle molecole HLA. Una percentuale più grande di queste molecole conferirebbe una maggiore resistenza agli agenti patogeni. Si è quindi presentata una proposta che la selezione naturale favorisca gli eterozigoti. Secondo l'ipotesi della regina rossa, possiamo trarre un presupposto che siano necessarie nuove combinazioni di geni in ogni generazione per contrastare attualmente il parassita che è dominante.

L'espressione dei geni HLA potrebbe anche avere vincoli fisici. C'è una relazione inversa tra la raccolta delle cellule T e la diversità MHC. Se un individuo ha le molecole MHC necessarie per contrastare tutti i potenziali agenti patogeni, è molto probabile che non dispongano di cellule T per dare la risposta. Ciò è dovuto alle cellule T auto-reattive. Ci sono anche suggerimenti che le femmine cercano di mescolarsi con individui i cui geni meglio completano la propria.

Tuttavia, ci saranno determinati requisiti per farlo a livello di HLA. Ciò comprende;

  • C'è una grande disparità nei geni di resistenza della popolazione
  • Le femmine sono ben informate sui loro geni immunitari individuali
  • Avrebbero bisogno di prendere decisioni in base alle pressioni fluttuanti
  • Hanno la capacità di determinare il genotipo immunitario dei loro potenziali partner

La maggior parte degli studi ha rilevato che la massima eterozigosità non è spesso allettante perché la resistenza può essere recessiva. Invece, i valori intermedi delle partite alleliche tendono a conferire il massimo della forma fisica. Piuttosto che scegliere i partner massimamente eterozigoti, le femmine sceglieranno quelle ottimali. Un altro argomento ha fatto un'ipotesi alternativa secondo cui i patogeni svilupperanno meccanismi per eludere l'immunità conferita dai tipici genotipi HLA. L'eterozigosità fornisce il più ampio range di resistenza e gli individui omozigoti hanno una resistenza maggiore contro particolari malattie infettive.

Effetto profumo olfattivo

Risposte HLA olfattive

Di tutti gli esseri umani si sa che hanno le ghiandole sebacee e apocrine più profumate. Secondo gli studi, è stato suggerito che l'aggregazione ascellare della ghiandola apocrina è un organo profumato. C'è una maggiore probabilità che i compagni siano sempre scelti per odore per quanto riguarda la funzionalità immunitaria. Inoltre, gli esseri umani hanno la capacità di discriminare i compagni potenziali basandosi sugli odori derivanti dall'HLA.

C'è un certo criterio usato per l'odore del corpo per essere definito come un segnale efficace. Devono essere affidabili nel caso dell'HLA e dell'odore del corpo. Dovrebbe essere un indicatore ideale di immunocompetenza. Un altro elemento è che vari individui devono produrre diversi odori unici. L'odore del corpo ha una grande componente genetica come suggerito dagli studi gemellati. MHC è noto per produrre odori corporee che sono individualmente uniche. Anche il sistema olfattivo si è rivelato sensibile ai pittogrammi di un odorante nonostante il fatto che gli esseri umani siano da tempo considerati microsmatici.

Ulteriori studi sulle preferenze olfattive

Il concetto di odore come tratto sessuale secondario fu studiato per la prima volta da Wedekind et al. Furi e Wedekind hanno replicato successivamente i risultati nonostante il fatto che i loro risultati iniziali fossero stati criticati. Per risolvere alcuni problemi, hanno dovuto modificare il design sperimentale. Si è sviluppato attraverso altre generazioni ciascuna con diverse versioni dello studio. Altri studi hanno riportato che il comportamento in una relazione può essere influenzato dal grado di condivisione dell'allele HLA. Garver-Apgar et al hanno scoperto che le donne che hanno partner HLA simili sono suscettibili di impegnarsi nell'infedeltà e che i loro partner potrebbero essere sessualmente poco attraenti.

Robert CS e J.Little hanno anche scoperto che c'erano alcune differenze nelle preferenze sugli odori associate all'HLA tra donne sposate e donne single. A differenza delle donne single, coloro che erano sposati hanno scoperto che il profumo degli uomini dissimili HLA era più attraente. Questi risultati sono stati poi interpretati come la prova che le donne cercano determinati attributi nei partner con coppie extra. È come un mezzo per migliorare l'eterozigosità nella loro prole.

I risultati in base a questo studio coincidono con l'ipotesi che gli esseri umani guardino al livello HLA rispetto ai loro partner. Essi cercano anche un partner che ha geni HLA che sono complementari al proprio. Poiché tutti questi studi hanno diversi risultati, potrebbe essere presto prendere la decisione finale sull'aplicoto HLA più desiderabile. La sottile differenza nel resto dell'ipotesi rende difficile disallineare le discrepanze nei risultati.

I segnali sessuali di immunocompetenza - Androsteni

Ci sono altre teorie che suggeriscono indicatori di immunocompetenza come androsteni, androstenone e androstenolo. Sono anche ormoni sessuali la cui struttura è simile al testosterone. L'androstenone produce un odore simile al muschio, mentre l'androstenone rilascia l'odore caratteristico del sudore. Una grande componente del sudore umano è formata dagli androsteni. Gli uomini tendono ad avere un effetto inibitorio sul loro sistema immunitario e producono più Androstene rispetto alle donne. Pertanto, si ritiene che il segnale onesto della qualità del compagno sia l'Androstenes.

I maschi che si trovano ad essere immunoincompetenti o malati non erano in grado di fingere un simile segnale senza incontrare rischi. I feromoni hanno la capacità di produrre cambiamenti comportamentali a breve e lungo termine. La sincronia mestruale viene rilasciata dagli odori femminili mentre gli odori maschi hanno un effetto che è regolatore sul ciclo mestruale. Questo è noto per essere l'effetto Whitten. È stato inoltre trovato che sia gli uomini che le donne stimolano stimoli più amichevoli in presenza di androstenolo. I volti dei maschi sono stati classificati come i più attraenti quando le donne hanno messo sulle maschere impregnate di androstenone. I più forti sistemi immunitari dovrebbero essere più attraenti se l'attrattiva di un compagno potenziale è legata alla produzione di androstene. Hanno la capacità di produrre composti derivanti da androstene.

Tuttavia, questo sembra proibire l'ipotesi che le donne scelgano i compagni che hanno aplotipi HLA che sono complementari con i tipi ai loro propri. Non vi è alcuna garanzia di immunocompetenza con la dissimilarità HLA. Coloro che mantengono una quantità intermedia di eterozigosi o sono eterozigoti possono soddisfare questo limite in modo plausibile.

Sulla base della capacità maschile di produrre livelli elevati di androstene, sarebbero classificati come più attraenti con efficaci difese immunitarie. Le preferenze femminili si diffondono negli uomini più immunocompetenti. Questo perché le donne cercavano genotipi HLA diversi che sono complementari rispetto ai loro propri. I segnali olfattivi, quindi, svolgono un ruolo essenziale nella preferenza del compagno. È necessario eseguire gli studi che valutano sia gli aplotipi HLA che i livelli di andosterone. Essa chiarisce se agiscono in tandem o uno dei meccanismi è dominante.

fonti : UCL Antropologia; 2UCL Istituto di Neuroscienza Cognitiva.